Favignana My Love

Cala Rossa.
Sicuramente una delle calette più affascinenti dell'isola, la bellezza dei fondali di Favignana è di incomparabile bellezza. Il suo mare, colore turchese, crea un suggestivo contrasto con le bianchissime pareti di tufo circostanti. Le imbarcazioni, in essa ancorate, sembrerebbero sospese nell'aria se non fosse per la loro ombra disegnata sul fondo.

Cala Azzurra.
Situata tra Punta Marsala e Punta Fanfalo, è caratterizzata da un mare incredibilmente trasparente a fondale bianco con tonalità rosa.
Presenta 2 piccole spiaggete ed è molto frequentata.

Lido Burrone.
Questa è la spiaggia più grande dell'isola e di conseguenza anche la più frequentata ed affollata soprattutto nel mesi agosto. La sabbia bianca ed il fondale pulito rendono il mare di un' unica trasparenza.

Punta Sottile.
Caratterizzata dal maestoso faro è sicuramente il luogo ideale per ammirare il profilo di Marettimo al tramonto. Sulla sinistra ci sono due spiagge di ciottoli, consigliate alle famiglie, che affacciano su un mare limpido.

Bue Marino.
Il Bue Marino, la cui grotta, un tempo, era rifugio della foca monaca, oramai scomparsa da questi luoghi, ora è il luogo ideale per prendere il sole e per tuffarsi in un mare ricco di pesci, facendo comunque attenzione alle forti correnti marine.

La guida turistica di Favignana

Sembra incredibile, tuttavia esiste in Italia una piccola verità dove il tempo sembra che si sia fermato ai ritmi di un tempo ormai passato.
Forse perché la popolazione del luogo è inesorabilmente legata al mare ed hai suoi doni, o forse per i segni lasciati dall'uomo primitivo e dai Romani, o più semplicemente per la natura incontaminata ed il mare pescoso e trasparente.
Sicuramente l’isola di Favignana rapisce i cuori dei suoi tanti visitatori.
Favignana è stata un’isole sempre abitata, i suoi primi occupanti risalgono al paleolitico superiore (10.000 a.C.), rivelandosi come rifugio sicuro, del quale, nel corso degli anni, sono state trovate evidenti tracce nei pressi delle grotte del faraglione e nella grotta del pozzo in zona S.Nicola.
Da quel momento un susseguirsi di popoli si alternarono sull’isola, dai Fenici, ai Romani, i quali in queste acque diedero luogo alle famose Guerre Puniche (da una famosa battaglia prese il nome proprio Cala Rossa, a causa del sangue versato nelle acque dai soldati uccisi)
Ai Romani si susseguirono varie invasioni, dai Barbari ai Saraceni artefici delle torri di avvistamento sul Monte S. Caterina, poi riedificato in fortezza da Ruggero II, re dei normanni.
La storia più recente lega Favignana alla famiglia dei Florio, i quali incrementarono notevolmente l’attività di pesca e soprattutto quella del tonno, con un antico rituale chiamato Mattanza.
Il centro storico di Favignana è caratterizzato dai seguenti monumenti ed edifici, Il Palazzo Florio, lo stabilimento per la lavorazione del tonno, la Madrice chiesa principale.
Geograficamente Favignana, detta anche la farfalla del mare per la sua forma caratteristica, prende in realtà il suo nome da Favonio, un vento caldo proveniente da ovest. Il territorio è prevalentemente pianeggiante e, nel mezzo, domina il Monte S. Caterina, alto 310 metri.
I 33 km. di costa sono un continuo alternarsi di rocce (alte e basse) e sabbia fina di colore bianco e rosa, dalle quali è possibile tuffarsi in un meraviglioso mare trasparente.

Gastronomia 
Qui è il tonno il vero protagonista. Sentirete dire spesso "del tonno non si butta niente". Infatti, oltre alla rinomata carne, altre parti di questo prezioso animale vengono lavorate e conservate secondo metodi antichi.
La bottarga, la ventresca, il mosciame, il lattume e la sosizzella sono solo alcuni dei prodotti tipici di Favignana di cui, i vari negozi del centro, sono ben forniti.
Cannoli siciliani, marzapane, cassate, cassatelle e biscotti a base di mandorle sono solo alcuni fra i prodotti che troverete. Conquisteranno la vostra gola al punto da farvi prendere d'assalto i numerosi negozietti gastronomici dell’isola

Spostamenti 
Per muoversi a Favignana, è fondamentale possedere un mezzo di trasporto privato con il quale affrontare la rete stradale fatta d'asfalto e terra battuta.
Comunque, sono numerosi i punti a cui rivolgersi per noleggiare, senza spendere eccessivamente, biciclette, scooters, auto e fuoristrada.
Maria Laurabici fa proprio al caso tuo!!

Come raggiungere Favignana

Via mare in traghetto :
da Genova , Napoli e Livorno a Trapani o Palermo.
In aereo :
Aeroporto Falcone-Borsellino (Palermo). Voli charter e di linea dalle maggiori città italiane ed europee. Dall'aeroporto collegamento con bus per il porto di Trapani partenza ore 12,45 ; da Trapani per aeroporto ore 09,00.
In auto: Autostrada per Trapani.
In treno:
Stazione Centrale Palermo - Stazione Trapani (vedi orari FS)
In bus:
Palermo Piazza Politeama - Trapani Porto (1 ogni ora dalle 7.00 alle 21.00)
Aeroporto Falcone-Borsellino - Trapani Porto (1 al giorno alle ore 12,45 da Trapani porto-Aereoporto Falcone-Borsellino ore 09,00).
Traghetti
dal porto di Trapani imbarco per Favignana con traghetti Siremar. ( tel. +39 0923/545455 )
In aliscafo:
Napoli - Favignana (circa 6 ore) solo estivo con Ustica Lines tel. +39 081/7612565
Trapani - Favignana (20 minuti) tutto l'anno con aliscafi Siremar e Ustica Lines tel. +39 0923/22200

La nostra sede è si trova sul Lungomare Duilio di Favignana a pochi metri dal porto, 91023 Isola di Favignana (TP) - Cell. +39 333 7162436

L'attività è aperta dal 15 maggiol 15 maggio maggio

//]]>

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi